scadenza trentennale loculi: cosa fare?

Nella città di Roma, a partire dal 16 aprile 1976, i loculi cimiteriali sono stati assegnati in concessione per una durata stabilita in anni 30. Il Rinnovo concessione loculo può essere effettuato dal concessionario o dagli aventi diritto, entro 6 mesi dalla data di scadenza, per ulteriori 30 anni, alle tariffe vigenti all'atto del rinnovo. Per avviare la pratica di Rinnovo, è necessario presentare la seguente documentazione:

- un documento di riconoscimento valido;

-un codice fiscale del concessionario o degli eredi entro 6 mesi dalla data di scadenza;

- marca da bollo;

I concessionari o gli aventi diritto che non intendano procedere al rinnovo concessione loculo, potranno in alternativa:

- chiedere la raccolta dei resti mortali in cassetta ossario e la loro traslazione in loculo ossario da acquistare o tumulazione in un’altro manufatto già in concessione;

- richiedere la cremazione dei resti mortali e la sua traslazione in loculo cinerario da acquistare, o la tumulazione in un’altro manufatto già in concessione;

- chiedere la consegna dell’urna cineraria per l’affidamento delle ceneri o  la dispersione delle stesse;

E' bene sapere che trascorsi i 6  mesi dalla data di scadenza della concessione, in assenza di una espressa volontà al rinnovo della concessione o all’estumulazione dei resti mortali del defunto, i loculi torneranno nella disponibilità dell’Amministrazione ed i resti verranno raccolti e conservati in cassette ossario o inumati. Comunque, in considerazione del lungo tempo intercorso dall’inizio della concessione e tenuto conto della volontà dell’Amministrazione comunale di raggiungere il maggior numero di aventi titolo, tali cassette saranno custodite per i successivi 2 anni. Allo scadere dei due anni, i resti mortali non richiesti saranno destinati alla raccolta collettiva nell’ ossario comune, in ossequio alla vigente normativa.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *